Tutte le notizie in breve

Il logo della Bayer

KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS

(sda-ats)

Il gruppo chimico-farmaceutico tedesco Bayer ha confermato che sono avvenuti i primi contatti con la multinazionale statunitense di biotecnologia Monsanto in vista di una fusione, anche se finora non è stato trovato alcun accordo.

"I vertici di Bayer hanno recentemente incontrato i responsabili di Monsanto per discutere in privato di un'acquisizione negoziata della Monsanto", ha reso noto il gruppo tedesco. Dal suo canto, Monsanto, in un breve comunicato in cui non ha rivelato alcun dettaglio, ha confermato di aver ricevuto un'offerta di acquisizione "non vincolante e non richiesta" da parte del gruppo tedesco.

Da giorni circolavano voci sul progetto della Bayer di acquisizione della Mosanto, un'operazione che creerebbe il maggior produttore di sementi al mondo e prodotti chimici per l'industria agricola (antibiotici, semi di culture geneticamente modificati e pesticidi), con un fatturato annuo combinato superiore ai 67 miliardi di dollari. Monsanto è il più grande venditore al mondo di semi per le culture, compresi quelli geneticamente modificati che resistono meglio ai pesticidi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve