Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Canton Berna non esclude che ci sia stato un disguido nella spedizione del materiale di voto ai suoi cittadini all'estero, in vista della consultazione del 12 febbraio.

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Il Canton Berna non esclude che ci sia stato un disguido nella spedizione del materiale di voto ai suoi cittadini all'estero, in vista della consultazione del 12 febbraio.

Il materiale ad alcuni cittadini potrebbe non arrivare mai, a causa di una deficienza legata alla spedizione.

La Cancelleria cantonale ha reso noto oggi di aver scritto a 2135 bernesi all'estero con un indirizzo incompleto, mancante di strada e numero. È stata fatta una seconda spedizione.

Agli interessati non è escluso il voto elettronico, a patto che abbiano ricevuto il materiale con la prima spedizione. Con la spedizione successiva si può votare unicamente per posta e i comuni potranno effettuare i dovuti controlli in caso di doppio voto.

SDA-ATS