Tutte le notizie in breve

Suzanne Thoma, CEO del gruppo energetico bernese BKW (foto d'archivio).

KEYSTONE/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

Il settore dei servizi del gruppo energetico bernese BKW dovrebbe apportare circa un terzo dei ricavi annuali. È quanto dichiarato dalla sua direttrice Suzanne Thoma in un'intervista pubblicata oggi da "Der Bund".

Su un risultato d'esercizio di 300-400 milioni di franchi ciò rappresenta circa 130 milioni, ha precisato Thoma. Ufficialmente il gruppo vuole raggiungere questo obiettivo nel 2024, ma il ritmo è già "nettamente accelerato".

La nuova strategia, decisa tre anni fa, ha mostrato "buoni risultati". BKW si interessa ai servizi vicino all'energia, come la tecnica per gli edifici, ha spiegato Thoma.

Il gruppo bernese ha rilevato negli scorsi anni diverse imprese, "quando si presenta l'occasione e quando queste corrispondo alla nostra strategia". Secondo le cifre del Bund, il gruppo avrebbe acquisito 15 aziende nel 2015 e già sette quest'anno.

Rilevando imprese estere, come il gruppo tedesco Lindschulte, il gruppo bernese si apre un accesso al mercato europeo. Thoma ha aggiunto che circa 300 miliardi di euro saranno investiti nelle infrastrutture in Germania nei prossimi anni.

BKW prevede che la produzione classica di energia sarà deficitaria nel futuro prossimo. Tuttavia, i prezzi dovrebbero alzarsi dal 2020, secondo il gruppo energetico bernese.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve