Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Ministero pubblico di Basilea Campagna ha avviato un'inchiesta penale per atti sessuali con persona incapace di discernimento nella quale sono coinvolti quattro dipendenti della polizia cantonale.

I fatti sarebbero avvenuti tra poliziotti durante una gita al di fuori dell'orario di servizio, secondo quanto riportata da una rete televisiva locale.

Tra le quattro persone coinvolte nell'indagine vi sarebbe anche la presunta vittima, ha affermato il portavoce della Procura confermando quanto riportato oggi da "Telebasel". I fatti risalgono a circa due mesi fa e sono avvenuti nel cantone. Non sono state fornite altre precisazioni.

Secondo la televisione privata, al termine di una gita vi sono stati atti sessuali tra un poliziotto e una agente dello stesso servizio della polizia cantonale. La donna sarebbe stata completamente ubriaca. Un'altra persona avrebbe filmato l'accaduto con il telefonino.

Varie procedure disciplinari sono in corso "in seguito all'incidente avvenuto durante il tempo libero", ha precisato all'ats il Dipartimento di giustizia e della sicurezza di Basile Campagna. Un collaboratore è stato sospeso dalle sue funzioni. La polizia ha trasmesso il dossier al Ministero pubblico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS