Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Banca nazionale svizzera (BNS) registrerà per il 2016 un utile d'esercizio di oltre 24 miliardi di franchi.

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

La Banca nazionale svizzera (BNS) registrerà per il 2016 un utile d'esercizio di oltre 24 miliardi di franchi. Il risultato contrasta con la perdita di 23,3 miliardi registrata nel 2015. Alla Confederazione e ai Cantoni andrà almeno un miliardo.

Secondo i dati provvisori, l'utile sulle posizioni in valuta estera è ammontato a oltre 19 miliardi di franchi, mentre sulle disponibilità in oro è risultata una plusvalenza di 3,9 miliardi di franchi, si legge in un comunicato.

L'importo attribuito agli accantonamenti per le riserve monetarie ammonterà, come già comunicato, a 4,6 miliardi di franchi. Tenuto conto della riserva per future ripartizioni di 1,9 miliardi di franchi, risulta un utile di bilancio dell'ordine di oltre 21 miliardi di franchi. Esso consente il versamento del dividendo di 15 franchi per azione, ossia l'importo massimo definito nella legge, e la distribuzione alla Confederazione e ai Cantoni di 1 miliardo di franchi.

Gli importi della distribuzione sono versati per un terzo alla Confederazione e per due terzi ai Cantoni. Dopo tali versamenti, la riserva per future ripartizioni ammonterà a 20 miliardi di franchi.

Il rapporto dettagliato sul risultato di esercizio 2016 con i dati definitivi - rende noto la BNS - sarà pubblicato il prossimo 6 marzo, mentre il Rapporto di gestione sarà disponibile il 23 marzo.

SDA-ATS