Tutte le notizie in breve

Ahmad Khan Rahami

KEYSTONE/EPA FBI/FBI / HANDOUT

(sda-ats)

Ahmad Khan Rahami, il 28enne nato in Afghanistan e naturalizzato americano arrestato per le bombe piazzate a New York e in New Jersey, è stato formalmente accusato di tentato omicidio.

Al momento resta in ospedale dopo essere rimasto ferito nella sparatoria con agenti di polizia a Lindend, in New Jersey, che ha preceduto il suo arresto. Non sono invece state ancora formalmente presentate le accuse a livello federale relative alle esplosioni. Stando ad alcune fonti, Rahami non sta collaborando con gli inquirenti.

Secondo quanto hanno riferito diversi media americani Ahmad Khan Rahami aveva effettuato negli ultimi anni diversi viaggi in Pakistane nel 2014 da questo paese aveva chiesto aiuto affinché fosse concesso un visto per gli Stati Uniti a sua moglie incinta e in possesso di un passaporto pachistano scaduto. Non è chiaro se la donna abbia poi ottenuto il visto e sia mai entrata negli Stati Uniti.

Intanto è stato trovato un biglietto con l'ordigno piazzato sulla 27/ma strada nel quartiere di Chelsea a New York e che è rimasto inesploso. Lo riferisce la Cnn citando alcune fonti e precisando che la nota menziona altri episodi simili, in particolare gli attacchi di Boston. Il biglietto è adesso al vaglio degli inquirenti.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve