Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera prosegue al ribasso: alle 14.57 l'indice dei valori guida SMI segnava 8473,39 punti, in calo dell'1,12% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva l'1,10% a 9282,07 punti.

Il mercato ha fornito segnali contraddittori. A New York l'indice Dow Jones ieri sera ha chiuso per la decima seduta consecutiva con un valore record. Ai massimi di sempre anche l'indice ampliato S&P500 che è salito nuovamente, mentre il tecnologico Nasdaq è risultato in flessione.

Mirabaud Securities attribuisce questi risultati contrastanti oltre Atlantico alle dichiarazioni del segretario statunitense al Tesoro Steven Mnuchin, che ha annunciato una riforma fiscale entro agosto. Il mercato azionario risente anche dell'andamento delle borse asiatiche, che hanno chiuso l'ultima seduta della settimana in rosso. Oggi non sono attese statistiche economiche importanti.

Il titolo di Sika, che lo scorso anno ha realizzato un utile netto record di 566,6 milioni di franchi, in crescita del 21,8% rispetto all'esercizio precedente, fa segnare una progressione dell'1,28%. Il produttore zughese di specialità chimiche ha ampiamente soddisfatto le attese e propone agli azionisti un dividendo generoso.

LafargeHolcim (-3,43%), fanalino di coda tra le blue chip, subisce un movimento di correzione, che non risparmia i bancari Credit Suisse (-2,73%), Julius Bär (-2,29%) e UBS (-2,05%). Zurich Insurance (-1,72%) fa i conti con un abbassamento della raccomandazione da parte di Jefferies. La banca d'investimento prevede una pressione sui ricavi. All'indomani della presentazione dei risultati annuali, Swiss Re (-0,93%) soffre della riduzione dell'obiettivo di corso emesso da UBS e Deutsche Bank.

Swatch (-1,16%) è sanzionato per commenti negativi degli analisti di Berenberg. L'istituto di credito tedesco deplora previsioni troppo ottimiste. L'altro titolo del lusso, Richemont, indietreggia dello 0,99%.

Solo Actelion (+0,45%) risulta in terreno positivo, senza che vi siano informazioni particolari.

SDA-ATS