Tutte le notizie in breve

La Borsa svizzera, aperta in positivo, si è mantenuta per tutta la giornata al di sopra della linea di demarcazione accelerando nel pomeriggio e superando temporaneamente la soglia degli 8000 punti.

L'indice dei valori guida SMI ha chiuso in progressione dell'1,12% a 7'997,30 punti e quello allargato SPI dell'1,09% a 8'664,60 punti, sulla scia di Wall Street partita in positivo e che ha accentuato il rialzo.

La seduta odierna scarseggiava di dati macroeconomici a livello internazionale. In Svizzera gli occhi erano puntati su Richemont (-4,30% a 58,95 franchi): il gruppo ginevrino, attivo nel settore del lusso, ha pubblicato oggi i risultati annuali che hanno deluso le attese del mercato. Oltre a Richemont solo l'altro titolo del lusso Swatch Group ha terminato in perdita (-2,75% a 296,60 franchi).

Il listino principale è stato sostenuto dai pesi massimi difensivi: Roche (+2,07% a 247,10 franchi), Novartis (+1,76% a 75,05 franchi) e Nestlé (+0,76% a 72,80 franchi) .

Bene anche i bancari: primi fra tutti Credit Suisse (+2,03% a 13,55 franchi) che ha approfittato delle raccomandazioni di Merril Lynch, seguito da Julius Bär (+1,37% a 41,32 franchi) e UBS (+1,03% a 14,73 franchi).

Tra gli assicurativi, ha avuto la meglio Zurich Insurance che ha messo a segno una progressione superiore all'1% (1,88% a 238,50 franchi). Swiss Re e Swiss Life hanno guadagnato rispettivamente lo 0,93% (a 86,50 franchi) e lo 0,83% (a 242,30 franchi).

Per quanto riguarda i titoli più sensibili ai cicli economici, ABB ha segnato un incremento dell'1,40% a 20,27 franchi, Adecco dello 0,43% (a 58,90 franchi), Geberit dell'1,48% (a 377,20 franchi) e LafargeHolcim dello 0,93% (a 44,41 franchi).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve