Tutte le notizie in breve

Partita in rialzo la Borsa svizzera è scesa verso le 10.00 sotto la linea di demarcazione, ma subito ha ripreso a recuperare terreno. Poco prima delle 11.30 l'indice guida SMI avanzava dello 0,24% a 8.330,10 punti e quello allargato SPI dello 0,23% a 9.056,53 punti.

La crescita economica della Svizzera è migliorata nel corso del secondo trimestre 2016: il prodotto interno lordo (PIL) è infatti salito dello 0,6% rispetto ai primi tre mesi dell'anno, grazie in particolare al commercio estero e ai consumi dello Stato. Gli analisti si aspettavano una crescita tra lo 0,2 e lo 0,5%.

A trainare la borsa sono stati soprattutto i pesi massimi difensivi: Nestlé segna un +0,06%, ma fanno meglio Novartis (+0,26%) e Roche (+0,25%). Contrastati i bancari con UBS che oggi sale dello 0,28%, mentre CS cede lo 0,08% e Julius Baer lo 0,07%. Lo stesso dicasi per gli assicuratori: Zurich +0,67%, Swiss Re +1,18%, mentre Swiss Life cede lo 0,24%.

Per quanto riguarda i titoli più legati alla congiuntura, ABB sale dello 0,60%, Adecco dello 0,53%, LafargeHolcim dello 0,10%, mentre Geberit scende dello 0,30%.

In calo anche Syngenta (-0,28% ). Si allungano nuovamente i tempi della prevista acquisizione del gruppo agrochimico basilese da parte del colosso statale cinese ChemChina. Il termine di offerta pubblica d'acquisto (Opa) è stato prorogato sino all'8 novembre. Oggi anche Givaudan cede (-0,34%).

Continuano a brillare invece i titoli più legati ai prodotti di lusso con Richemont che guadagna lo 0,76% e Swatch che fa ancora meglio (+1,30%).

Sul mercato allargato da segnalare BKW (+0,77%). Il gruppo energetico bernese ha realizzato nel primo semestre dell'anno un utile netto di 124 milioni di franchi, contro i 123,1 milioni registrati durante i primi sei mesi dello scorso anno. Il fatturato è salito del 7% a 1,4 miliardi di franchi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve