Tutte le notizie in breve

La mattinata prosegue in ribasso per la borsa svizzera, perlomeno per quanto riguarda l'SMI: alle 11.35 l'indice dei valori guida segnava 7798,44 punti, in flessione dello 0,24% rispetto a venerdì.

Il listino globale SPI - meno interessato da un particolare effetto Nestlé - guadagnava per contro lo 0,48% a 8396,13 punti.

Gli impulsi provenienti dall'estero sono scarsi. Inoltre stasera negli Usa partirà una nuova stagione di risultati trimestrali e gli investitori tendono quindi a rimanere prudenti.

Sul listino elvetico pesa la contrazione di Nestlé (-2,83%), da oggi scambiata senza la cedola per il dividendo. Meglio orientati sono gli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (+0,62%) e Roche (+0,33%).

Con il segno più si presentano anche i valori maggiormente sensibili ai cicli economici come ABB (+0,43%), Geberit (+0,03%) e LafargeHolcim (+0,42%): fa eccezione Adecco (-0,16%). Nel segmento del lusso Swatch (+0,06%) e Richemont (-0,08%) faticano a lasciare i blocchi di partenza. Briosi appaiono i bancari UBS (+1,17%) e Credit Suisse (+2,23%), sotto pressione la settimana scorsa.

Nel mercato allargato la notizia più importante riguarda Gategroup (+14,63% a 50,55 franchi), nel mirino di HNA: il gruppo cinese offre 53 franchi per azione.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve