Tutte le notizie in breve

La Borsa svizzera ha continuato a muoversi in territorio negativo per tutta la mattinata. Verso le 11:40 l'indice dei valori guida SMI segnava una flessione dell'1,84% a 7'664,25 punti e quello allargato SPI dell'1,42% a 8'198,52 punti.

In attesa della pubblicazione del dato sulla disoccupazione negli Usa, solo cinque titoli sono in positivo sul listino principale: Adecco (+2,24%), CS Group (+0,29%), Julius Bär (+0,34%), LafargeHolcim (+0,18%) e Syngenta (+0,05%). Mentre tra i titoli in perdita spicca Zurich che registra una flessione del 9%. Più contenuto il calo degli altri due titoli assicurativi, Swiss Re (-1,80%) e Swiss Life holding (-1,45%).

Tra i pesi massimi difensivi a segnare le contrazioni maggiori sono i due farmaceutici Novartis e Roche che cedono rispettivamente il 3,01% e l'1,99%. Nestlé registra una diminuzione dell'1,18%.

In netto calo anche Richemont (-2,68%) e Swatch Group (-1,92%): analisti evocano in particolare il fatto che l'agenzia Standard and Poor's abbia tagliato da stabile a negativo l'outlook del rating sovrano della Cina che resta a AA-. Secondo S&P i rischi economici e finanziari relativi al merito creditizio del Governo cinese stanno gradualmente crescendo e ciò potrebbe influenzare il settore del lusso. Uno studio settoriale di Barclays potrebbe anche spiegare la flessione dei due titoli del lusso.

UBS risulta l'unico bancario in calo (-0,52%).

Tra i titoli più sensibili alla congiuntura ABB e Geberit perdono rispettivamente l'1,28% e l'1,20%, mentre ABB e LafargeHolcim sono in positivo.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve