Tutte le notizie in breve

La borsa svizzera si conferma in lieve rialzo in mattinata: alle 11.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 8339,00 punti, in progressione dello 0,22% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,19% a 9062,52 punti.

Gli investitori attendono con impazienza gli esiti della riunione odierna della Banca centrale europea: nel pomeriggio il presidente Mario Draghi informerà riguardo agli sviluppi della politica monetaria. A interessare sarà non tanto la decisione sui tassi - che dovrebbero rimanere invariati - quanto un eventuale prolungamento dei programmi di stimolo monetario.

Sull'altro lato dell'Atlantico la pubblicazione ieri del Beige Book sullo stato della congiuntura Usa non ha fornito indicazioni circa i possibili orientamenti a corto termine della Federal Reserve. Dagli Usa oggi sono attesi i dati riguardo alle richieste di disoccupazione e alle scorte di greggio.

Sul fronte interno si sta oggi mettendo in luce Credit Suisse (+1,62%), più tonica degli altri due bancari UBS (+0,35%) e Julius Bär (+0,47%). Nello stesso comparto finanziario si muovono bene anche gli assicurativi Zurich (+0,35%), Swiss Life (+0,64%) e Swiss Re (+1,46%).

Fra i valori più sensibili ai cicli economici Adecco (+0,87%) appare più ispirata di ABB (+0,14%), Geberit (+0,07%) e LafargeHolcim (invariata). Nel segmento del lusso Swatch (+0,64%) e Richemont (+0,75%) sono favoriti da buoni dati congiunturali cinesi.

Frena il listino Nestlé (-0,25%), mentre in positivo sono Novartis (+0,19%) e Roche (+0,16%).

Nel mercato allargato sono stati bene accolti i risultati semestrali di Romande Energie (+3,51%).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve