Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La mattinata si presenta in lieve ribasso alla borsa svizzera: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 8288,80 punti, in flessione dello 0,19% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,09% a 9019,93 punti.

Gli investitori si mostrano prudenti in attesa di conoscere le ultime indicazioni delle banche centrali. Oggi negli Usa la Federal Reserve pubblicherà il Beige Book sullo stato della congiuntura americana, mentre domani è prevista la riunione periodica della Banca centrale europea.

"Ancora una volta non riusciamo a uscire dal corridoio SMI di 7800-8300 punti", si è rammaricato un operatore contattato dalla Reuters.

Per quanto riguarda i singoli titoli sono sotto pressione nel segmento del lusso Swatch (-1,06%) e Richemont (-1,42%), dopo un giudizio negativo espresso da Barclays.

Non perfettamente univoci si presentano i valori più sensibili ai cicli economici come ABB (+0,50%), Adecco (-0,17%), Geberit (+0,33%) e LafargeHolcim (+0,38%).

Fra i bancari UBS (-1,20%) appare maggiormente in difficoltà di Credit Suisse (+0,39%) e Julius Bär (+0,33%). Poco mossi sono gli assicurativi Zurich (+0,04%), Swiss Life (-0,12%) e Swiss Re (+0,35%).

Incidono negativamente sul listino i pesi massimi difensivi Nestlé (-0,38%), Novartis (-0,32%) e Roche (-0,62%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS