Tutte le notizie in breve

La mattinata prosegue in ribasso alla borsa svizzera: alle 11.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 8088,68 punti, in flessione dello 0,89% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,79% a 8768,07 punti.

Stando agli operatori si nota una tendenza ai realizzi di guadagno, alla luce del buon andamento della settimana scorsa. Non sembrano infatti sussistere attualmente elementi che possano sostenere ulteriormente i corsi.

Sul fronte interno i riflettori sono puntati su Novartis (-1,06%), che ha pubblicato i risultati semestrali: partita bene nelle prime battute, è andata poi ripiegando. Non lontani sono gli altri due pesi massimi difensivi, Nestlé (-0,58%) e Roche (-1,03%).

Una volta ancora in territorio negativo si muovono i bancari UBS (-1,00%), Julius Bär (-1,42%) - che ha annunciato una riorganizzazione - e Credit Suisse (-0,81%). Le vendite del comparto finanziario interessano anche gli assicurativi Zurich (-1,48%), Swiss Life (-1,03%) e Swiss Re (-1,13%).

Male orientati sono pure i valori più sensibili ai cicli economici come ABB (-0,93%), Adecco (-1,59%), Geberit (-0,08%) e LafargeHolcim (-2,32%). Nel segmento del lusso Swatch (-1,57%) si schiera in linea con Richemont (-1,63%).

Nel mercato allargato ha informato sull'andamento degli affari Kühne+ Nagel (-0,51%). DKSH (-1,12%) ha nominato un nuovo CEO.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve