Tutte le notizie in breve

La mattinata si presenta piatta alla borsa svizzera: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 8064,56 punti, in flessione dello 0,13% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,11% a 8808,71 punti.

Gli operatori parlano di un'atmosfera sostanzialmente positiva, favorita dalla tendenza alla ripresa del prezzo del petrolio e da buoni dati congiunturali cinesi. Gli investitori si mostrano però prudenti in attesa dei prossimi sviluppi sul fronte congiunturale, monetario e politico.

Stasera sarà pubblicato dalla Federal Reserve il "Beige Book" sullo stato dell'economia americana e domani è in programma la riunione della Banca centrale europea. Con attenzione sarà però anche seguito il terzo e ultimo duello televisivo fra i candidati alla presidenza Usa Donald Trump e Hillary Clinton: se dovesse imporsi il primo sono attese turbolenze sui mercati finanziari.

Sul fronte interno domani si entrerà in pieno nella stagione dei trimestrali, con le comunicazioni di Nestlé (-0,47%), Roche (+0,43%) e Actelion (+0,37%). Chi attende novità da Novartis (-0,27%) dovrà invece aspettare la settimana prossima.

In ordine sparso si presentano i bancari UBS (-0,08%), Credit Suisse (+0,76%) e Julius Bär (-0,55%). Vendite sono segnalate sugli assicurativi Zurich (-0,62%), Swiss Life (-0,50%) e Swiss Re (-0,73%).

Scarsa unanimità di vedute viene palesata dai valori più sensibili ai cicli economici come ABB (-0,63%), Geberit (+0,40%), Adecco (+2,32%) - che beneficia di raccomandazioni da parte di Credit Suisse e Kepler Cheuvreux - e LafargeHolcim (-0,57%). Positivo è il segmento del lusso, con Swatch (+0,80%) in linea con Richemont (+1,07%).

Nel mercato allargato balzo di Barry Callebaut (+5,69%), sostenuta da un giudizio di Kepler.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve