Tutte le notizie in breve

Borsa svizzera sempre in calo stamani: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 7'832.37 punti (-0,68%), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,54% a 8'481.43 punti.

Anche le borse europee perdono terreno, in scia al calo del petrolio e sui timori di una frenata delle prospettive economiche a livello globale. Sotto esame soprattutto Parigi (-0,5%) dove si registra il tonfo senza precedenti del colosso delle telecomunicazioni satellitari Eutelsat Communications che dopo un "profit warning" perde il 31%.

Sul fronte interno si mantengono a galla solo Syngenta (+0,67%), Givaudan (+0,31%) e Richemont (+0,08%). Tutti gli altri titoli si muovono al di sotto della parità. Fanalini di coda Swatch Group - oggi scambiata senza il dividendo di 7,50 franchi per azione al portatore - che nel corso della mattinata ha accentuato le perdite (-3,59%), e Swiss Re (-2,26%). Il riassicuratore soffre soprattutto di un abbassamento del rating da parte di Morgan Stanley.

Si muovono in fondo al listino anche ABB (-1,64%), Lafargeholcim (-1,50%) e SGS (-1,34%). Male i bancari, con CS Group che perde l'1,11%, UBS lo 0,89% e Julius Bär lo 0,59%, come pure il comparto assicurativo: oltre a Swiss Re perdono anche Zurich Insurance (-1,08%) e Swiss Life (-0,80%).

Mattinata poco entusiasmante anche per i pesi massimi difensivi, con Nestlé a -0,69%, Novartis a -0,48% e Roche a -0,21%. Completano lo scacchiere delle blue chip Geberit (-1,08%), Adecco (-0,69%), Swisscom (-0,27%) e Actelion (-0,19%).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve