Tutte le notizie in breve

Dopo un avvio in positivo e una mattinata all'insegna del rialzo, la Borsa svizzera continua a muoversi al di sopra della linea di demarcazione anche nel pomeriggio.

Verso le 15:30 l'indice dei valori SMI guadagnava lo 0,65% a 8'211,02 punti e quello allargato SPI lo 0,60% a 8'929,09 punti.

Gli investitori restano in attesa delle dichiarazioni - venerdì - della presidente della Fed Janet Yellen che potrebbe fornire indicazioni sul momento del prossimo rialzo dei tassi.

Sul fronte interno mancano impulsi: non vi sono notizie provenienti da grandi imprese, mentre sono stati pubblicati i risultati semestrali di diverse società del mercato allargato.

Dopo le deludenti esportazioni orologiere in luglio, tra i due titoli del lusso sul listino principale, Swatch Group perde lo 0,11% mentre Richemont avanza dello 0,17%

Syngenta, che ieri aveva registrato una forte progressione, in seguito al via libera dato da un'importante autorità americana all'acquisizione del gruppo agrochimico basilese da parte del colosso statale cinese ChemChina, oggi è in calo dello 0,55%.

Tra i pesi massimi difensivi, Novartis sale dello 0,83%, mentre più contenuta appare la crescita di Nestlé (+0,13%) e di Roche (+0,20%)

Bene i bancari con UBS in prima posizione con una progressione del 2,56%, seguita da Cs Group (+1,74%) e da Julius Bär (+1,43%).

Per quanto riguarda gli assicurativi i maggiori guadagni sono segnati da Swiss Life Holding (+1,97%) e da Zurich Insurance (+1,80%) mente più contenuti risultano quelli di Swiss Re (+0,87%).

Infine tutti in positivo appaiono i titoli più sensibili alla congiuntura, con ABB che avanza dello 0,90%, Adecco dell'1,98%, Geberit dello 0,63% e LafargeHolcim dell'1,28%.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve