Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera continua a muoversi in territorio negativo anche nel pomeriggio nel corso del quale ha ampliato le perdite verso le 14.00 per poi recuperare leggermente terreno pur rimanendo al di sotto della linea di demarcazione.

Intorno alle 15.30 l'indice dei valori guida SMI cedeva lo 0,09% a 8'690,78 punti e quello allargato SPI lo 0,04% a 9'634,27 punti.

A pesare sul listino sono in particolare le due grandi banche: UBS perde l'1,18% e Credit Suisse lo 0,97%. Calo anche se leggero viene segnato da Julius Bär (-0,08%). Tiene invece il titolo farmaceutico Novartis (+0,26%), che nel corso del weekend ha pubblicato nuovi dati di studi relativi al medicinale Entresto per l'insufficienza cardiaca. La concorrente Roche perde invece lo 0,04% mentre il terzo peso massimo difensivo Nestlé è invariato.

Tutti in positivo risultano gli assicurativi con Zurich che avanza dello 0,10%, Swiss Re dello 0,33% e Swiss Life holding dello 0,31%.

Male il settore del lusso dove Swatch Group perde lo 0,46% e Richemont lo 0,26%.

Tra i titoli più sensibili alla congiuntura solo ABB avanza (+0,30%). Adecco scende dello 0,92%, Geberit dello 0,37% e LafargeHolcim dello 0,43%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS