Tutte le notizie in breve

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8007,38 punti, in flessione dell'1,14% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,99% a 8610,08 punti.

Il mercato è influenzato dall'andamento di Wall Street, che ieri ha nettamente perso terreno dopo la fine delle contrattazioni sul vecchio continente (Dow Jones -1,17% a 17'830,76 punti, Nasdaq -1,19% a 4805,29 punti). Dall'Asia arrivano invece scarsi impulsi, perché Tokyo, Taiwan e Seul erano chiuse per festività.

La giornata si presenta all'insegna di diversi dati congiunturali che saranno pubblicati nell'Eurozona e negli Usa. Sul fronte interno l'attenzione è concentrata su Swiss Re (-0,11%), che ha presentato i trimestrali. Particolarmente negativi sono i bancari UBS (-1,49%) e Credit Suisse (-1,38%).

Anche le altre piazze europee hanno avviato le contrattazioni deboli: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,74% a 10'244,70 punti), Parigi (Cac 40 -1,25% a 4500,43 punti), Londra (Ftse-100 -0,84% a 6269,31 punti) e Milano (Ftse Mib -1,06% a 18'775 punti).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve