Tutte le notizie in breve

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8005,76 punti, in flessione dello 0,63% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,55% a 8657,32 punti.

Il mercato è influenzato dalla debolezza delle piazze asiatiche, Tokyo in primis (Nikkei -0,67% a 15'669,33 punti). Wall Street era invece ieri chiusa per la festività nazionale. Nuovi impulsi sono attesi nelle prossime ore con la pubblicazione di dati congiunturali riguardanti l'Eurozona e gli Stati Uniti.

Per quanto concerne i singoli titoli tutte le blue chip si presentano in negativo, con l'eccezione di Actelion (+0,06%) e Givaudan (+0,15%). UBS (-1,27%) dovrà fornire dati fiscali relativi a clienti francesi su richiesta delle autorità di Parigi.

Le gran parte delle altre piazze europee ha pure avviato le contrattazioni in modo debole, a cominciare da Francoforte (Dax -0,71% a 9640,16 punti), Parigi (Cac 40 -0,73% a 4203,97 punti) e Milano (Ftse Mib -0,60% a 15'915 punti). Si smarca per contro Londra (Ftse-100 +0,16% a 6532,70 punti).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve