Tutte le notizie in breve

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8139,57 punti, in flessione dello 0,27% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,26% a 8815,36 punti.

Il mercato sembra volersi prendere una pausa, dando prova di prudenza a due giorni dalla riunione della Banca centrale europea e in un contesto geopolitico di incertezza. Sul fronte interno i riflettori sono puntati su Novartis (+0,12%), che dopo la pubblicazione dei risultati semestrali risulta essere l'unica blue chip in rialzo.

Intanto Wall Street ha chiuso ieri in positivo (Dow Jones +0,09% a 18'533,05 punti, Nasdaq +0,52% a 5055,78 punti) e lo stesso ha fatto oggi Tokyo (Nikkei +1,37% a 16'723,31 punti), che si è mossa in contro tendenza rispetto alle altre piazze asiatiche.

Anche le altre borse europee hanno avviato le contrattazioni deboli: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,24% a 10'038,95 punti), Parigi (Cac 40 -0,28% a 4345,40 punti), Londra (Ftse-100 -0,26% a 6678,25 punti) e Milano (Ftse Mib -0,24% a 16'723 punti).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve