Tutte le notizie in breve

Anche nel primo pomeriggio la Borsa svizzera è in ribasso. Verso le 14.45 l'indice guida SMI cedeva lo 0,86% a 8.107,94 punti e quello allargato SPI lo 0,90% a 8.687,59 punti.

Si è appreso intanto che il Consiglio Direttivo della Bce ha lasciato invariati i tassi di riferimento dopo gli interventi operati lo scorso 10 marzo. Il tasso di riferimento principale resta così allo 0% mentre quello di rifinanziamento marginale rimane a 0,25%. Sempre negativo, infine, il tasso sui depositi, che resta a -0,40%.

Se si esclude Actelion (+0,46% - nel primo trimestre ha registrato un fatturato di 589 milioni di franchi in crescita su base annua del 14%), tutte le altre blue chips sono in calo. La giornata non sorride ai titoli più legati al prodotti di lusso. Swatch cede l'1,77% e Richemont l'1,73%. Le esportazioni di orologi hanno accusato in marzo una flessione del 16,1% su base annua, a 1,5 miliardi di franchi. Si tratta del nono calo mensile consecutivo e del peggior risultato da marzo 2011.

Tra i titoli bancari, Credit Suisse cede lo 0,53%, UBS lo 0,56%, mentre Julius Baer perde lo 0,34%. Per quanto riguarda i pesi massimi difensivi, Novartis, che oggi ha annunciato di avere realizzato nel primo trimestre del 2016 un fatturato di 11,6 miliardi di dollari, in contrazione del 3% su base annua, cede lo 0,20%. Fanno decisamente peggio Roche (-1,03) e Nestlé (-1,83%).

Tra i titoli più legati alla congiuntura, ABB scende dello 0,84%, Adecco dello 0,75%, Geberit dell'1,12% e LafargeHolcim del 2,06%. Tra gli assicurativi Zurich Insurance segna -0,41%, Swiss Re -0,26% e Swiss life -1,01%.

Sul mercato allargato c'è da segnalare il rialzo di Sulzer (+2,60%) malgrado abbia registrato un calo delle nuove commesse del 14,5% a 684,6 milioni di franchi nel primo trimestre del 2016. Tale risultato non ha però deluso gli operatori di borsa.

Panalpina cede lo 0,47%. Il gruppo ha registrato nel primo trimestre un calo dell'utile dell'11,7% su base annua, a 17,3 milioni di franchi. In discesa anche il fatturato: del 13,1% a 1,3 miliardi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve