Borsa svizzera: si conferma in lieve ribasso


 Tutte le notizie in breve

La borsa svizzera si conferma in lieve ribasso anche nel pomeriggio: alle 15.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 8670,51 punti, in flessione dello 0,14% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,18% a 8670,51 punti.

La seduta si sta rivelando letargica, con bassi volumi di contrattazione e contenuta volatilità. Pesano le incertezze riguardo alla politica monetaria della Federal Reserve - non tanto sull'aumento del tasso direttore di domani, che appare sicuro, quanto sui futuri sviluppi - e il calo del prezzo del petrolio.

Sul fronte congiunturale l'indice Zew sulle aspettative economiche degli investitori in Germania è salito meno del previsto in marzo. E gli investitori non mancano di guardare agli sviluppi politici in Olanda e nel Regno Unito, in relazione alla Brexit.

In Svizzera i riflettori rimangono puntati su Geberit (-2,87%), che ha pubblicato cifre 2016 inferiori alle attese degli analisti. Fra i valori più sensibili ai cicli economici in negativo sono anche Adecco (-0,21%) e LafargeHolcim (-1,21%), mentre si smarca ABB (+0,05%). Nel segmento del lusso Swatch (+0,43%) è più tonica di Richemont (-0,46%): il CEO Nick Hayek ha parlato di un buon inizio 2017 per la società di Bienne (BE).

Stanno ampliando le perdite i bancari UBS (-0,93%), Credit Suisse (-1,48%) e Julius Bär (-0,89%). Non si mostrano unitari gli assicurativi Zurich (+0,09%), Swiss Life (-1,08%) e Swiss Re (-0,89%).

Fermo al palo sembra rimanere il comparto farmaceutico, con Actelion (-0,04%), Novartis (-0,13%) e Roche (-0,08%). Traina per contro il listino Nestlé (+0,43%).

Nel mercato allargato sorvegliata speciale è Galenica (-4,56%), che non ha convinto con i risultati annuali e che ha fornito dettagli riguardo all'entrata in borsa di una sua divisione. Hanno informato sull'andamento degli affari e sulla politica dei dividendi anche Siegfried (+0,13%), Rieter (+4,78%), Tornos (-2,46%), Huber+Suhner (+0,63%), Inficon (+0,35%) e Liechtensteinische Landesbank (-0,31%). Leonteq (+7,14%) si mostra una volta ancora assai volatile: stando agli operatori sul mercato sta agendo un grande investitore che sta facendo man bassa del titolo.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve