Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera, aperta in negativo, si è mantenuta per tutta la seduta al di sotto della linea di demarcazione anche se si è avvicinata più volte alla parità.

In chiusura l'indice dei valori guida SMI ha ceduto lo 0,04% a 8'695,04 punti e quello allargato SPI ha guadagnato lo 0,03% a 9'640,19 punti. La seduta è stata tranquilla mancando risultati aziendali importanti. Gli investitori si sono mostrati prudenti dopo che gli Usa hanno fatto ritirare dal comunicato finale del G20 le menzioni del protezionismo e dell'accordo di Parigi.

Sul listino principale tra i titoli a segnare le maggiori perdite vi sono CS Group (-0,97% a 15,33 franchi) e UBS (-0,94% a 15,89 franchi). Il numero uno bancario elvetico - secondo quanto afferma oggi l'agenzia France Presse (AFP), citando fonti concordanti - è stato rinviato a giudizio in Francia per aver instaurato nell'Esagono un vasto sistema di frode fiscale. In positivo ha invece chiuso l'altro titolo bancario Julius Bär (+0,12% a 49,31 franchi).

Per quanto riguarda i titoli assicurativi, ad eccezione di Zurich che ha terminato in parità a 287 franchi, Swiss Re e Swiss Life holding hanno segnato un incremento rispettivamente dello 0,17% (a 90,80 franchi) e dello 0,16% (a 322,90 franchi).

Tra i pesi massimi difensivi in calo Roche che ha perso lo 0,08% a 253,10 franchi mentre in leggera progressione ha chiuso la concorrente Novartis (+0,07% a 75,65 franchi), che nel week-end ha pubblicato nuovi dati relativi a studi sul medicinale Entresto per insufficienza cardiaca. Pure in crescita Nestlé che ha messo a segno un +0,32% (a 77,45 franchi).

Male il settore del lusso con Swatch Group (-0,58% a 345,70 franchi) che ha fatto peggio di Richemont (-0,32% a 77,55 franchi).

Tra i titoli più sensibili alla congiuntura solo ABB ha terminato in positivo (+0,34% a 23,29 franchi) Adecco è sceso dello 0,99% a (70,10 franchi), Geberit dello 0,09% (a 435,40 franchi) e LafargeHolcim dello 0,34% (a 58,60 franchi).

SDA-ATS