Tutte le notizie in breve

Come già avvenuto ieri, la Borsa svizzera ha chiuso oggi le contrattazioni in forte rialzo, dopo alcune sedute negative in seguito allo shock della Brexit.

L'SMI segna un +2,64% a 7'978.96 punti, l'SPI un +2,55% a 8'612.42 punti.

Tra le blue chip in netta progressione i titoli finanziari: Zurich è salita del 4,94% a 237.80 franchi, UBS del 3,67% a 12.70 franchi e Swiss Re del 3,52% a 83.85 franchi. Incremento più moderato per Julius Bär (+1,96% a 37.96 franchi), Swiss Life (+1,81% a 224.70 franchi) e Credit Suisse (+0,98% a 10.30 franchi).

Molto bene pure i ciclici, con LafargeHolcim cresciuta del 4,14% a 39.78 franchi, Adecco del 3,35% a 49.09 franchi e Geberit - che ha annunciato la vendita della filiale Koralle ad AFG Arbonia Forster - del 2,70% a 368.80 franchi. ABB segna un +1,22% a 19.05 franchi.

In evidenza anche Givaudan (+3,90% a 1'944 franchi), Swisscom (+3,51% a 475.30 franchi), Roche (+3,25% a 254.20 franchi), SGS (+3,10% a 2'192 franchi) e Novartis (+2,97% a 79.75 franchi). Nestlé ha sostenuto il listino con un +1,77% a 74.75 franchi.

In controtendenza solo Swatch (-0,50% a 280.40 franchi) in seguito al peggioramento della raccomandazione di HSBC. L'altra azienda del lusso, Richemont, ha invertito rotta in giornata e chiuso con un +1,25% a 56.55 franchi. Syngenta, infine, è progredita dell'1,59% a 377.60 franchi.

Nel mercato allargato da segnalare che GAM, la quale rileva la società britannica Cantab Capital Partners, è cresciuta dell'11,72% a 9.44 franchi. Helvetia è invece salita dell'1,82% a 504.50 franchi dopo aver annunciato che il direttore di Helvetia Svizzera, Philipp Gmür, diventerà in settembre nuovo CEO del gruppo. Il presidente della direzione attuale, Stefan Loacker, lascerà l'incarico dopo nove anni.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve