Tutte le notizie in breve

Dopo una prima parte di giornata in territorio positivo, i listini alla Borsa svizzera hanno perso terreno nel corso del pomeriggio a causa delle vendite sui titoli difensivi.

In chiusura di contrattazioni, l'indice SMI dei titoli guida ha ceduto lo 0,31% fermandosi a 8168,84 punti. Sul mercato allargato, l'SPI ha perso lo 0,20% a 8880,22 punti.

Tra le blue chip si segnalano gli acquisti sui titoli bancari, con UBS in crescita dell'1,36% a 13,37 franchi, Credit Suisse dello 0,91% a 11,10 franchi e Julius Baer dell'1,03% a 41,29 franchi.

È di oggi la notizia che il Credit Suisse ha venduto il prestigioso "Leuenhof" affacciato sulla Bahnhofstrasse alla fondazione d'investimento Swiss Prime.

Il prezzo di vendita non è stato divulgato, ma esperti nel settore immobiliare sostengono che l'edificio, già sede della banca Leu rilevata dallo stesso Credit Suisse, sia stato ceduto per una somma milionaria a tre cifre. Il ricavato dell'operazione dovrebbe ripercuotersi positivamente sui conti del prossimo trimestre della grande banca.

Tra gli assicurativi, Zurich è avanzata dell'1,15% a 237,80 franchi, Swiss Re dello 0,91% a 83,45 franchi e Swiss Life del 1,21% a 226,40 franchi.

Hanno appesantito gli scambi le vendite sui titoli difensivi: Roche ha ceduto l'1.24% a 247,20 franchi, Novartis lo 0,86% a 80,85 franchi e Nestlé lo 0,77% a 77,50 franchi.

Tra i ciclici, ABB è avanzata dello 0,72% a 21,05 franchi, Adecco dello 0,47% a 53,85 franchi e LafargeHolcim di ben il 3,67% a 49,75 franchi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve