Tutte le notizie in breve

La Borsa svizzera apertasi in positivo si è mantenuta per tutta la giornata al di sopra della linea di demarcazione aumentando i guadagni nel finale di seduta.

In chiusura l'indice dei valori guida SMI segnava un incremento dello 0,98% a 8'117,11 punti e quello allargato SPI dell'1,26% a 8'783,94 punti.

In evidenza soprattutto i titoli bancari e i ciclici. Secondo gli analisti il mercato ha approfittato della pubblicazione alla fine della settimana scorsa dei dati incoraggianti sull'impiego negli Stati Uniti. È stato anche sostenuto dalla borsa di Tokyo che oggi ha messo a segno il maggior rialzo giornaliero negli ultimi quattro mesi, dopo la vittoria della coalizione di governo alle elezioni del Senato, che anticipa un nuovo piano di stimolo da parte del premier Shinzo Abe. I timori legati alla Brexit non sono spariti ma sono momentaneamente passati in secondo piano.

Sul listino principale, LafargeHolcim - che oggi ha annunciato la vendita di una parte delle sue attività in India alla società Nirma - mette a segno il maggior incremento (+4,36% a 42,58 franchi) tra le 20 blue chip. Quanto agli altri ciclici, in crescita Adecco (+1,57% a 49,90 franchi) e Geberit (+2,11% a 372,30 franchi), mentre in calo appare ABB (-0,88% a 19,13 franchi) che con Givaudan (-0,20% a 2'030 franchi) sono gli unici due titoli in perdita.

Bene i bancari con progressioni di oltre il 2%: in testa UBS (+2,83% a 12,35 franchi) seguita da CS Group (+2,74% a 10,51 franchi) e Julius Bär (+2,58% a 38,92 franchi). Tra gli assicurativi Swiss Life Holding avanza del 2,51% a 216,80 franchi, Zurich Insurance dell'1,31% a 231,90 franchi e Swiss Re dell'1,47% a 82,80 franchi.

Più contenuti appaiono i guadagni dei pesi massimi difensivi: Roche cresce dello 0,55% (a 255,90 franchi), Novartis dello 0,62% (a 81,30 franchi) e Nestlé dello 0,91% (a 78 franchi),

Nel settore del lusso Richemont (+1,62% a 56,35 franchi) fa nettamente meglio di Swatch (+0,93% a 281,60 franchi).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve