Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

All'indomani delle votazioni federali la Borsa svizzera continua le contrattazioni poco mossa, con l'indice SMI dei principali titoli a quota 8.453,40 (-0,03% rispetto a venerdì), mentre l'indice complessivo SPI si attesta a 9.252,04 punti (-0,05%).

In attesa delle indicazioni della Fed, che arriveranno domani, il clima positivo del vertice fra Abe e Trump non ha a lungo sostenuto la seduta, apertasi in positivo.

Sul listino principale pesano in particolare i titoli finanziari: UBS è in calo dello 1,0%, CS Group dello 0,21% e Julius Bär dello 0,53%.

Contrastati invece i pesi massimi difensivi con Nestlé che segna una perdita dello 0,27%, mentre Novartis (+0,20%) e Roche (+0,21%) sono sopra la linea di demarcazione.

Tra gli assicurativi, nessun titolo risulta positivo: Swiss Life Holding perde lo 0,03%, Swiss Re lo 0,16% e Zurich lo 0,36%.

Bene invece il settore del lusso, dove Richemont (+0,86%) fa meglio di Swatch (+0,77%).

Tra i titoli più sensibili alla congiuntura, ABB guadagna lo 0,04%, Adecco lo 0,43%, LafargeHolcim lo 0,53%, mentre Geberit cede lo 0,23%.

SDA-ATS