Tutte le notizie in breve

Continua in territorio positivo la seduta della Borsa svizzera, con l'indice SMI dei principali titoli che in fine di mattinata segna un progresso dell'1,71%, a 7'765,09 punti, mentre l'indice completo SPI avanza dell'1,56% a quota 8'402,82.

Tutti i mercati europei sono in rialzo in scia alla percezione che il fronte per la Brexit sia in deciso calo. Gli investitori scommettono che l'impatto emotivo dell'assassinio della deputata laburista Jo Cox possa ridurre le possibilità di vittoria dei 'Leave'. A trainare i listini è soprattutto il comparto bancario, il più penalizzato dai timori di un'eventuale uscita del Regno Unito dall'Unione europea. Incide inoltre favorevolmente il rialzo del prezzo del petrolio.

Sulla piazza di Zurigo Ubs sta segnando una progressione del 3,19%, mentre Credit Suisse sale del 4,10%, trascinando con sé Julius Bär (+2,65%). Decisamente tonico anche il comparto assicurativo: allungano il passo sia Zurich Insurance (+2,71%), sia Swiss Re (+2,07%), sia ancora Swiss Life (+3,12%).

Sostengono i listini i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,86%), Roche (+1,76%) e Novartis (+1,97%). Bene anche il segmento del lusso, con Richemont a +1,78% e Swatch a +2,62%.

Sul mercato allargato Dorma+Kaba sta guadagnando il 3,02%: lo specialista zurighese delle tecniche di sicurezza ha annunciato stamane una vasta ristrutturazione delle sue attività che comporterà la cancellazione di 440 posti di lavoro in Germania e la creazione di 160 impieghi in Asia.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve