Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera ha proseguito le contrattazioni al ribasso per tutta la mattinata: l'indice SMI dei principali titoli segna verso le 11.30 un calo dello 0,22% a 8'642.74 punti, mentre l'indice complessivo SPI scende dello 0,26% a quota 9'509.85.

Sul mercato azionario elvetico si riflettono i risultati negativi delle borse statunitensi, che dopo lo sprint delle ultime settimane hanno perso ieri slancio. Segnali deboli giungono anche dalle piazze finanziarie asiatiche.

L'attenzione degli investitori si focalizza al momento sulla politica monetaria: i mercati prevedono infatti, con una probabilità di oltre l'80%, un rialzo dei tassi a metà marzo. A questo proposito sono previsti oggi diversi interventi di banchieri centrali, tra i quali anche la presidente della Federal Reserve americana Janet Yellen, che si esprimerà stasera da Chicago sulla situazione economica.

A Zurigo l'attenzione è focalizzata su Swiss Life, che ha presentato oggi il bilancio 2016: il titolo guadagna lo 0,47%. L'assicuratore vita ha realizzato lo scorso anno un utile netto in crescita del 5% a 926 milioni di franchi. L'utile operativo corretto degli effetti di cambio è salito del 5% a 1,402 miliardi di franchi.

Sempre tra gli assicurativi si mantiene in zona utili Zurich Insurance, che sale dello 0,11%, mentre sotto la linea di demarcazione si posiziona Swiss Re (-0,28%).

A fornire impulsi positivi al listino si segnalano anche Swisscom (+0,29%), Syngenta (+0,21%). Actelion (+0,18%) e Nestlé (+0,07%).

In perdita tutti gli altri titoli, tra cui i bancari: CS Group lascia sul terreno l'1,20%, Julius Bär lo 0,77% e UBS lo 0,62%. Male anche il comparto del lusso, con Richemont in perdita dello 0,73% e Swatch Group dello 0,18%.

Sul mercato allargato Calida guadagna lo 0,27%. Il gruppo lucernese ha annunciato oggi di aver realizzato nel 2016 un utile netto di 14,8 milioni di franchi, in flessione del 13,1% su base annua . Il risultato operativo Ebit è calato del 15% a 18,3 milioni. La diminuita redditività è dovuta soprattutto a costi di ristrutturazione.

In crescita anche il titolo di Swissquote (+0,62%): la società vodese di servizi finanziari ha comunicato di aver decuplicato il suo utile netto nell'esercizio 2016 portandolo a 20,8 milioni di franchi. Il fatturato è aumentato del 2,5% su base annua a 150,2 milioni.

SDA-ATS