Tutte le notizie in breve

La Borsa svizzera, dopo una partenza in territorio positivo, rallenta: l'indice SMI dei titoli guida in fine di mattinata scende sotto la soglia della parità (-0,07% a 8'191,99 punti), così come l'indice complessivo SPI (-0,22% a 8'865,45 punti).

Al centro dell'attenzione degli investitori vi sono diverse aziende che stamane hanno presentato i risultati semestrali. Roche, che ha registrato un aumento dell'utile netto del 4% a 5,47 miliardi di franchi su un fatturato cresciuto del 6% a 25,02 miliardi, sta arretrando dello 0,55%.

In sostanziale crescita invece Swatch Group (+3,11%) che in mattinata, confermando l'avvertimento sugli utili, ha accusato un calo dei profitti del 52% a 263 milioni di franchi su un volume d'affari in contrazione dell'11,4% a 3,72 miliardi. Dall'inizio dell'anno il titolo ha comunque perso il 22%.

Quotazioni in progressione (+1,54%) anche per ABB, che pure ha archiviato il semestre con profitti (-21% a 906 milioni di dollari) e vendite (-6% a 16,58 miliardi) in flessione. Le cifre sono inferiori alle previsioni degli analisti riguardo ai ricavi, ma battono i pronostici per quanto concerne la redditività.

Quanto agli altri principali titoli della borsa, Nestlé arretra dello 0,38%, mentre Novartis si mantiene a galla (+0,12%). Contrastati i bancari, con UBS (-0,30%) e Julius Bär (-0,05) in territorio negativo, mentre Credit Suisse allunga il passo (+0,62%).

Gli investitori guardano peraltro con attenzione alla BCE che oggi farà il primo annuncio di politica monetaria dopo il voto britannico sulla Brexit.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve