Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Vendite in aumento nel terzo trimestre per Bossard: il gruppo con sede a Zugo specializzato nelle tecniche d'assemblaggio industriale ha visto il giro d'affari attestarsi a 169,7 milioni di franchi, in progressione del 4,8% rispetto dello stesso periodo del 2015.

In valute locali la crescita è stata del 3,9%, ha comunicato oggi l'azienda.

È in atto un'accelerazione, considerato che nel secondo trimestre l'incremento era stato del 3,3% (+0,9% in valute locali) e nel primo dello 0,9% (-0,4%). Le cifre pubblicate oggi sono anche leggermente superiori alle attese: gli analisti presi in considerazione dall'agenzia Awp scommettevano su un fatturato di 168,8 milioni.

Particolarmente dinamici (+11,6% in valute locali) si sono mostrati gli affari in America, grazie alla cooperazione con un fabbricante di auto elettriche che Bossard non cita per motivi contrattuali, ma che dovrebbe essere Tesla. In positivo sono anche Asia (+2,2%) ed Europa (+1,2%): nel vecchio continente la crescita è stata trainata da Germania, Francia e Danimarca, mentre in Svizzera continua ad essere avvertito l'impatto del franco forte.

Nei primi nove mesi il fatturato ha raggiunto 513,3 milioni, con aumenti rispettivamente del 3,0% (in franchi) e dell'1,7% (moneta del posto). Per l'insieme dell'anno Bossard conferma e precisa i suoi obiettivi: il gruppo punta a vendite di 675 milioni (finora l'indicazione era di 670-680 milioni). La dirigenza si aspetta uno sviluppo positivo della domanda sia in Europa che in Asia, ma ancora una volta maggiore dinamismo sarà mostrato dall'America.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS