Tutte le notizie in breve

Il batterio wolbachia, quando presente nelle zanzare Aedes aegypti, è capace di ridurre significativamente la trasmissione del virus zika.

La scoperta è del del team di ricercatori della Fondazione Oswaldo Cruz (Fiocruz) di Rio de Janeiro, che ha pubblicato i risultati dello studio sulla rivista scientifica "Cell Host&Microbe".

Lo studio evidenzia che la presenza del batterio riduce anche la riproduzione del virus nell'organismo della zanzara.

"Non voglio dire che wolbachia è la migliore strategia ma sicuramente è una strategia molto promettente. Bisogna integrarla con altre difese, come gli insetticidi, in attesa del vaccino", ha detto Luciano Moreira, coordinatore del programma contro zika e dengue.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve