Tutte le notizie in breve

Facebook multato in Brasile perché non fornisce dati WhatsApp.

KEYSTONE/AP/MATT ROURKE

(sda-ats)

Il pubblico ministero federale di Amazonas, in Brasile, ha disposto il sequestro di 38 milioni di reais (11,5 milioni di franchi) di Facebook.

Sostiene che la filiale brasiliana della piattaforma sociale statunitense si rifiuta di trasmettere alla polizia dati WhatsApp (che appartiene a Facebook dal 2015) relativi a un'indagine penale.

Il valore bloccato corrisponde all'ammenda giornaliera inflitta a Facebook per non ottemperare all'ordine del giudice.

All'inizio del mese, le autorità locali avevano bloccato WhatsApp in tutto il Paese per la terza volta quest'anno, sempre con l'accusa di mancata collaborazione con la giustizia.

La settimana scorsa dodici persone sono invece state arrestate proprio a seguito dell'intercettazione di messaggi su WhatsApp in cui veniva ipotizzato un attentato terroristico durante le Olimpiadi di Rio de Janeiro, al via il prossimo 5 agosto.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve