Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Brasile: sessione impeachment Dilma, il presidente della Corte suprema Ricardo Lewandowski (nella foto), che dirige il processo, ha dovuto sospendere la sessione per la seconda volta.

KEYSTONE/EPA EFE/CADU GOMES

(sda-ats)

Ancora tensione altissima al Senato brasiliano nel secondo giorno della sessione finale prevista dalla procedura di impeachment nei confronti della presidente eletta Dilma Rousseff.

Come ieri, anche oggi i lavori sono subito stati caratterizzati da aspri battibecchi tra esponenti della maggioranza e dell'opposizione.

A scaldare gli animi, stavolta, è stato il presidente dell'aula, Renan Calheiros, che ha criticato la senatrice Gleisi Hoffmann, del Partito dei lavoratori di Rousseff, per aver sostenuto ieri che il Senato "non ha i requisiti morali per giudicare Dilma". "Come può comportarsi così?", ha detto Renan all'indirizzo di Hoffmann, scatenando una nuova bagarre.

A quel punto il presidente della Corte suprema, Ricardo Lewandowski, che dirige il processo, ha dovuto sospendere la sessione per la seconda volta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS