Tutte le notizie in breve

Il franco limita i danni.

KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS

(sda-ats)

Il franco svizzero, rafforzatosi nettamente stamattina nei confronti dell'euro dopo il voto favorevole dei britannici all'uscita del Regno Unito dall'Ue, limita i danni a inizio pomeriggio.

L'intervento della Banca nazionale svizzera (BNS) e il suo annuncio di nuovi acquisti di valute ha allentato la pressione sulla moneta elvetica.

Alle 14:20 circa, la valuta svizzera veniva scambiata a 1,0812 franchi per un euro, dopo un picco a 1,0624 verso le 07:00. Ieri sera il cambio era ancora di 1,1013 franchi per un euro.

Tra la sterlina e il franco il movimento è stato simile. La moneta britannica veniva scambiata contro 1,3410 franchi, dopo essere scivolata a 1,2864 ad inizio mattinata.

"I mercati avevano anticipato una vittoria del 'remain' e l'effetto sorpresa dovrebbe amplificarsi sui mercati finanziari", ha valutato Andreas Ruhlmann d'IG Bank (Svizzera). L'effetto diretto di questo voto saranno "un'estrema volatilità, (...) vendite sotto effetto di panico e la ricerca di investimenti sicuri", ha aggiunto.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve