Tutte le notizie in breve

Il presidente francese François Hollande durante una conferenza stampa al termine del Summit Ue a Bruxelles

Keystone/AP/VIRGINIA MAYO

(sda-ats)

Due opzioni per la nuova relazione tra Londra e Bruxelles: questi i possibili esiti del negoziato con la Gran Bretagna secondo le ipotesi presentate oggi dal presidente francese François Hollande.

La prima soluzione è quella di "Paese terzo senza accesso al mercato unico come il Canada e gli Usa". Oppure il modello Norvegia: "un Paese terzo con accesso pieno alle regole del mercato unico". In questo caso, ha precisato Hollande, Londra "sarebbe in una situazione in cui non partecipa alle decisioni del Parlamento, del Consiglio e della Commissione Ue, ma sarebbe obbligato a rispettare tutte" le loro decisioni prese sul funzionamento del mercato interno". Ivi comprese, ha precisato Hollande, le 4 libertà fondamentali: libertà di circolazione dei beni, dei servizi, dei capitali e delle persone. "Non ci potranno essere deroghe", ha poi aggiunto il presidente francese alludendo alla circolazione delle persone.

Oltre a ciò, per Hollande Londra dovrà "contribuire finanziariamente al funzionamento del mercato interno: la Norvegia paga una certa somma, per la Gran Bretagna si tratterebbe di un livello molto maggiore".

Il presidente francese ha anche parlato di una 'terza via' che consentirebbe a Londra di "prendere alcuni aspetti della Ue che interessano e altri no", ma non ha chiarito quali potrebbero essere le politiche da condividere e i loro costi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve