Tutte le notizie in breve

Uno dei più grandi datori di lavoro della City londinese, Morgan Stanley, pensa ad una 'migrazione' di personale nel caso di vittoria della Brexit.

Secondo quanto riporta il Times, la banca d'affari avrebbe infatti già programmato il trasferimento di oltre un migliaio di dipendenti da Londra all'Europa continentale.

Morgan Stanley, si legge sul quotidiano, sta lavorando allo spostamento di almeno un sesto della sua forza lavoro nel Regno Unito verso il continente in caso di uscita del Paese dall'Unione europea, con un'alta percentuale di posti di lavoro che potrebbero finire a Francoforte, prima piazza concorrente di Londra come centro finanziario leader in Europa.

La banca di Wall Street è preoccupata per l'impatto che la Brexit potrebbe avere sulla sua capacità di vendere i propri servizi in tutto il blocco continentale.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve