Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier irlandese Enda Kenny (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP

(sda-ats)

"L'accordo del Venerdì Santo contiene l'opportunità che a un certo punto nel futuro, se ci sarà il consenso dei cittadini, si arrivi a un'Irlanda unita con una transizione come quella tra Germania est e ovest dopo la caduta del muro".

Il premier irlandese Enda Kenny è così tornato a ventilare la possibilità di un'Irlanda unita, dopo un incontro con il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani.

Kenny aveva evocato la possibilità di un referendum in tal senso durante una precedente visita a Bruxelles lo scorso 23 febbraio. Tajani ha sottolineato che i negoziati per la Brexit saranno "una sfida particolare per l'Irlanda" e ha assicurato "piena attenzione del parlamento" alla richiesta irlandese che l'intesa del 1998, la quale mise fine al conflitto nell'Ulster, "sia inclusa in ogni futuro accordo tra Gran Bretagna e Ue".

SDA-ATS