Tutte le notizie in breve

Didier Burkhalter ha ricevuto oggi a Berna il commissario generale dell'Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione dei profughi palestinesi nel Vicino Oriente (UNRWA), lo svizzero Pierre Krähenbühl.

Durante l'incontro si è discusso della crisi che interessa tutta l'area mediorientale. Nel corso della sua visita, Krähenbühl è stato ascoltato anche dai membri della Commissione della politica estera del Consiglio degli Stati e ha avuto un colloquio con il segretario di Stato del DFAE Yves Rossier e con il direttore della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) Manuel Sager. Ha infine incontrato Manuel Bessler, delegato per l'Aiuto umanitario e capo del Corpo svizzero di aiuto umanitario, che presiederà la Commissione consultiva dell'UNRWA dal prossimo mese di giugno.

Krähenbühl ha ringraziato la Svizzera per il supporto finanziario e politico, indica una nota del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Il commissario generale dell'UNRWA ha anche sottolineato gli sforzi della Confederazione per rafforzare l'organizzazione.

La Svizzera finanzia l'UNRWA con circa 20 milioni di franchi all'anno. Creata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1949, l'agenzia ha il mandato di gestire programmi di aiuto e di sviluppo per i profughi palestinesi nel Medio Oriente. Fornisce in particolare servizi di base a più di cinque milioni di persone in Giordania, Libano, Siria e nel Territorio palestinese occupato.

Pierre Krähenbühl ha assunto la carica alla testa dell'UNRWA nel marzo del 2014. Attualmente è il cittadino svizzero che ricopre la posizione più elevata nell'intera gerarchia delle Nazioni Unite.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve