Tutte le notizie in breve

I rapporti bilaterali, l'Europa e l'attualità internazionale sono stati i temi affrontati oggi dal consigliere federale Didier Burkhalter che ha ricevuto a Berna Jean Asselborn, ministro degli esteri del Lussemburgo.

Tra i temi bilaterali figurava la formazione professionale, poiché il Lussemburgo è uno dei principali partner strategici particolarmente interessati al modello svizzero, fa sapere il un comunicato il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Ma i due ministri hanno anche parlato di politica ed efficienza energetiche, campo in cui dal 2012 esiste una stretta collaborazione tra i due Paesi.

Per quanto concerne la politica europea, Burkhalter e Asselborn hanno esaminato i rapporti tra la Svizzera e l'UE e i più recenti sviluppi riguardanti la crisi migratoria. Hanno inoltre affrontato temi internazionali quali la situazione nel Vicino Oriente e la lotta contro il terrorismo, anche alla luce della conferenza internazionale sulla prevenzione dell'estremismo violento tenutasi l'8 aprile a Ginevra e alla quale entrambi i ministri hanno partecipato.

Il DFAE ricorda che le relazioni tra la Svizzera e il Granducato di Lussemburgo sono strette e cordiali e molte sono le caratteristiche che li accomunano.

Il ministro Asselborn si tratterrà alcuni giorni in Svizzera. Domani incontrerà Simonetta Sommaruga, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), con cui visiterà a Zurigo un centro sperimentale sulle nuove procedure d'asilo celeri. Sabato si recherà invece al Festival internazionale del film "Visions du réel" a Nyon, dove verrà proiettato il documentario "Foreign Affairs" che lo vede proprio come attore principale. Ieri su invito dell'Associazione svizzera di politica estera (ASPE), ha tenuto una conferenza pubblica all'Università di Berna.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve