Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Attacco terroristico in una moschea a Québec

KEYSTONE/EPA/ANDRE PICHETTE

(sda-ats)

Attacco terroristico ieri sera a Québec: sei persone sono state uccise e altre otto ferite in una sparatoria avvenuta in una moschea della città canadese. Due persone sono state arrestate.

La portavoce della polizia di Québec, Christine Coulombe, ha precisato in una conferenza stampa che "nulla lascia pensare che ci siano altri aggressori in fuga". Le vittime hanno un'età compresa tra 35 e 70 anni, ha aggiunto.

Le forze dell'ordine non hanno ancora fornito alcuna motivazione dell'attacco, ma il premier canadese Justin Trudeau ha descritto la sparatoria parlando di "attacco terroristico". Trudeau ha detto di aver appreso la notizia con uno "shock tremendo, tristezza e rabbia".

"Condanniamo questo attacco terroristico contro i musulmani in un centro di culto e rifugio", ha affermato con una dichiarazione Trudeau. "Mentre le autorità continuano ad indagare e i dettagli vengono confermati, è straziante assistere a tanta violenza insensata. La diversità è la nostra forza e la tolleranza religiosa è un valore che noi, come canadesi, abbiamo a cuore".

Il premier della provincia canadese del Québec, Philippe Couillard, ha espresso su Twitter la propria "solidarietà alle persone vicine alle vittime, ai feriti e alle loro famiglie". "Il Quebec respinge categoricamente questa violenza barbara", ha aggiunto.

Stando alle prime ricostruzioni, due uomini con il volto coperto hanno fatto irruzione alle 19.15 (le 2.15 della scorsa notte in Svizzera) nel Centro culturale islamico di Québec e hanno aperto il fuoco, hanno raccontato alcuni testimoni.

SDA-ATS