Tutte le notizie in breve

Visto il forte aumento della domanda e delle prestazioni, il Consiglio federale intende sviluppare ulteriormente il traffico regionale viaggiatori (TRV).

Ha pertanto incaricato il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) di elaborare un progetto in tal senso entro la fine del 2018.

Il TRV assicura il collegamento di base delle regioni con i trasporti pubblici. Effettuato per lo più con treni e autobus, ma anche con battelli e impianti a fune, il trasporto regionale di persone ha conosciuto negli ultimi anni uno sviluppo dinamico: dal 2007 la domanda è aumentata in media del 4,7% all'anno, si legge in un comunicato governativo odierno.

Nonostante una crescente copertura dei costi, a tutt'oggi il TRV è finanziato soltanto per metà dai passeggeri, mentre l'altra metà è a carico dei committenti, ovvero di Confederazione e Cantoni.

Negli ultimi anni il sistema ha inoltre evidenziato la necessità di ulteriori miglioramenti. Infatti, per alcune offerte si è giunti piuttosto tardi a definire il finanziamento, ammette il Consiglio federale. Nel 2014, l'Ufficio federale dei trasporti ha perciò deciso di istituire un gruppo di esperti, che nel novembre 2015 ha presentato alcune ipotesi di riforma. Dopo una discussione con diversi attori del settore le autorità federali e cantonali hanno riconosciuto la necessità di sviluppare ulteriormente il sistema e di aumentarne l'efficienza in stretta collaborazione con le imprese di trasporto.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve