CF sostiene telelavoro, ma non necessarie leggi per promuoverlo


 Tutte le notizie in breve

Il Consiglio federale, rispondendo a un'interpellanza di Manfred Bühler (UDC/BE), sottolinea l'importanza del telelavoro in seno all'Amministrazione federale e alle grandi aziende parastatali. Non ritene tuttavia necessario legiferare per favorire il suo sviluppo.

Dal punto di vista legale il datore di lavoro non è tenuto a concedere il telelavoro, precisa il governo nella risposta. È vero che è possibile ridurre il numero di postazioni negli uffici ricorrendo maggiormente al telelavoro e al lavoro a domicilio, ammette, ma il risparmio in termini di costi non è considerevole.

È vero però che i collaboratori che praticano regolarmente il lavoro a domicilio contribuiscono a sgravare il traffico su strada e ferrovia così come il fatto che queste forme di impieghi flessibili consentono di migliorare la conciliabilità tra vita privata e professionale.

L'esecutivo lascia però la libertà al singolo datore di lavoro di scegliere se usufruirne o meno.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve