Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Commissione della concorrenza può comunicare a cantoni e comuni dati relativi alle decisioni prese in materia di cartelli: lo ha stabilito il Tribunale amministrativo di San Gallo, che per la prima volta ha dovuto occuparsi di questo tema.

La sentenza è stata pronunciata dopo un ricorso di alcune società di costruzione sanzionate perché si erano accordate sui prezzi in modo illecito, ma che non erano state citate per nome dall'autorità di vigilanza.

Il cantone di Zurigo e il comune di Meilen (ZH), coinvolti nella vicenda, avevano chiesto alla COMCO di poter visionare gli atti, scontrandosi però con l'opposizione di tre ditte interessate.

I giudici sono giunti alla conclusione che le collettività pubbliche, quali committenti di opere di genio civile oggetto di intese cartellistiche, sono autorizzate a consultare i documenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS