Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Centomila lucchetti per dire 'Rivogliamo il nostro lago': è l'iniziativa lanciata dal quotidiano 'La Provincia di Como' per liberare il lungolago dalle paratie.

Dal 2008 - ricostruisce una nota - Como è privata del suo lungolago per via di un cantiere dai trascorsi molto travagliati: la realizzazione delle paratie antiesondazione è stata interrotta a più riprese e dal 2012 è stata bloccata, mentre nel 2016 un'inchiesta della Procura di Como ha portato all'arresto di due dirigenti comunali, il cui processo è ora in corso.

Da domani i comaschi troveranno un gazebo allestito in piazza Cavour, con migliaia di piccoli lucchetti contrassegnati dal logo del quotidiano e dallo slogan della campagna "Rivogliamo il nostro lago".

Per sostenere la protesta, i cittadini possono appendere i lucchetti sulle grate del cantiere, nel tratto del lungolago tra piazza Cavour e Sant'Agostino.

Hanno già aderito all'appello Gianluca Zambrotta, allenatore ed ex calciatore (comasco doc), lo scrittore Andrea Vitali, originario di Bellano, paese sulla sponda orientale del lago di Como, e il cantautore comasco Davide Van De Sfroos.

SDA-ATS