Tutte le notizie in breve

Il presidente Johann Schneider-Ammann a Glarona

KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER

(sda-ats)

Dopo la seduta "extra muros" a Glarona, il Consiglio federale ha incontrato oggi la popolazione e gustato un aperitivo. È poi seguito il pranzo con il Consiglio di Stato glaronese.

L'aperitivo era accompagnato dal profumo inconfondibile dello "Schabziger", la tradizionale ricotta alle erbe glaronese. Molti dei presenti hanno colto l'occasione per scattare un selfie in compagnia dei sette consiglieri federali.

"Noi lo facciamo volentieri", ha detto il presidente della Confederazione Johann Schneider-Ammann, dicendosi conscio del fatto che al giorno d'oggi la gente preferisce i selfie agli autografi.

In un incontro con la stampa che ha preceduto l'aperitivo, Schneider-Ammann ha detto di conoscere il cantone per aver scalato in passato le sue montagne, come pure in qualità di ex imprenditore: Glarona è infatti stato il primo cantone svizzero a conoscere l'industrializzazione.

Oggi le fabbriche tessili non ci sono più. "Il Consiglio federale vorrebbe portare nel cantone una seconda rivoluzione industriale", in futuro la regione potrebbe diventare una nuova Silicon Valley, ha aggiunto il presidente della Confederazione. Per questo obiettivo "lavoriamo a stretto contatto con il governo glaronese".

È stata questa l'undicesima volta dal 2010 che il governo si è riunito fuori dalle stanze di Palazzo federale e la prima nel piccolo cantone della Svizzera centrale. Il Consiglio federale vuole in tal modo manifestare il proprio attaccamento a tutte le regioni.

Il governo ha già tenuto sedute "extra muros" in Ticino e nel Giura nel 2010, nei cantoni di Uri, Vallese e Basilea Città nel 2011, a Sciaffusa nel 2012, Vaud nel 2013, Svitto nel 2014, Friburgo nel 2015 e ancora Vaud nella primavera di quest'anno.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve