Tutte le notizie in breve

Mercato delle auto tra i fattori trainanti

Keystone/ALESSANDRO DELLA BELLA

(sda-ats)

Il clima dei consumi è di nuovo leggermente migliorato in Svizzera in gennaio, per il terzo mese consecutivo: il relativo indice di UBS è salito a 1,47 punti, contro 1,40 punti di marzo (dato rivisto). Si tratta del livello più elevato dal febbraio 2015.

Stando agli economisti di UBS l'indice è stato favorito dalla solidità del mercato delle automobili e dal turismo nazionale. Per quanto riguarda il primo aspetto, vi è stato un lieve calo delle immatricolazioni di vetture nuove, ma i livelli rimangono elevati e per i primi quattro mesi dell'anno i numeri sono positivi.

Riguardo al turismo si confermano i segnali incoraggianti. Nel mese di marzo gli ospiti svizzeri hanno registrato, con circa 1,5 milioni di pernottamenti, un aumento dell'8,9%. Occorre tuttavia ricordare che la Pasqua 2016, contrariamente allo scorso anno, cadeva nel mese di marzo.

Questo quadro viene offuscato dal sondaggio tra i consumatori promosso dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Il futuro andamento economico viene ancora classificato come relativamente modesto e l'andamento della disoccupazione viene percepito con un certo pessimismo. L'indice è sceso da -14 punti di gennaio a -15 punti di aprile e resta pertanto inferiore alla media di lungo termine, pari a -9 punti.

Nonostante il moderato clima di fiducia gli economisti di UBS si aspettano però che il consumo privato continuerà a registrare un andamento solido grazie alla forza impressa dai principali fattori.

Per descrivere l'evoluzione del loro indicatore gli specialisti di UBS utilizzano peraltro una formula che qualcuno potrebbe qualificare come un ossimoro: parlano infatti di un "andamento incoraggiante dal sapore insipido".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve