Tutte le notizie in breve

Applauso degli ufficiali durante il congresso del Partito dei Lavoratori della Corea del Nord.

/AP KRT

(sda-ats)

Al primo congresso degli ultimi 36 anni (il settimo) del Partito dei Lavoratori della Corea del Nord, il 33enne Kim Jong-un fa sapere al mondo di avere il pieno controllo del Paese e riceve la conferma a capo del partito.

Se all'apertura del congresso ha tenuto banco lo status di superpotenza militare grazie a ordigni atomici e variegati missili a disposizione, oggi, secondo giorno di lavori, il leader nordcoreano ha elencato i risultati primari e le vie per rafforzare ruolo e azione del Partito dei Lavoratori.

Ancora una volta, alle 22:00 di Pyongyang (le 16:30 in Svizzera) la tv di Stato Kctv ha dato conto delle attività principali: Kim Jong-un ha illustrato ai quasi 3500 delegati gli obiettivi del partito, rimarcando l'importanza del "byungjin", la politica presentata nel gennaio 2013 che vuole far marciare di pari passo i progressi "negli armamenti nucleari e nell'economia prospera".

Quanto ai diversi passaggi, l'agenzia ufficiale Kcna aveva in precedenza anticipato il lavoro di verifica da parte del Comitato centrale del partito e della Commissione centrale di controllo, la correzione delle regole interne, l'elezione di Kim a capo del partito e la nuova leadership di vertice.

Nel corso della seduta i funzionari senior sono intervenuti segnalando i successi in campo militare, nelle scienze e nell'economia come parte del primo punto all'ordine del giorno.

La decisione di acclamare formalmente Kim al vertice è un passo primario sulla scia di quanto fatto da suo padre Kim Jong-il e prima ancora da suo nonno Kim Il-sung.

La conferma della carica di primo segretario generale del Partito dei Lavoratori, insieme alla guida della potentissima Commissione nazionale di Difesa, sarebbe la dimostrazione che il giovane leader, poco più che trentenne, ha il pieno controllo del Paese ed è pronto a dare il via a un suo personale percorso sia pure nella continuità ideale coi suoi illustri predecessori e, soprattutto, nel loro rispetto.

Quanto alla rielezione per la stessa carica o la conquista di una nuova posizione, al momento il quadro non appare definito. I margini di manovra sono limitati da due fattori: il padre ha il titolo postumo di "segretario generale eterno" e il nonno, fondatore dello Stato, quello di "presidente eterno".

Corea del Sud e Stati Uniti, in base al colloquio telefonico tra il ministro degli Esteri Yun Byung-se e il segretario di Stato John Kerry, hanno concordato di mantenere la pressione alta su Pyongyang visti i propositi di Kim su nucleare e missili, assicurando sanzioni in caso di quinto test atomico o provocazioni.

38 North, sito web di un think tank di Washington, ha detto che le immagini satellitari del 5 maggio di Punggye-ri, sito di tre dei 4 test atomici fatti dal Nord, mostrano possibili segni preparatori di una nuova detonazione, con quattro veicoli del centro di controllo assenti nelle istantanee del 2 maggio.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve