Tutte le notizie in breve

La Corea del Nord si stima abbia il potenziale per confezionare 10 ordigni nucleari: è l'ipotesi dello Stockholm International Peace Research Institute (Sipri), secondo cui non è facile dire se siano adesso già disponibili.

Nell'ambito del processo di aggiornamento a livello mondiale, il Sipri, nell'ultimo rapporto, ha quantificato in 15.395 il numero di testate, in calo di 455 sul 2015, includendo quelle in disuso.

La Russia si conferma il principale possessore (7.290), davanti agli Usa (7.000): Mosca e Washington hanno la quota combinata del 93% del totale. Completano l'elenco delle potenze atomiche Regno Unito, Francia, Cina, India, Pakistan e Israele.

"Malgrado la riduzione, le prospettive di avanzamento verso il disarmo nucleare restano negative", ha rilevato Shannon Kile, a capo del Nuclear Weapons Project. "Tutti gli Stati nucleari continuano a dare priorità al fattore deterrenza come base delle rispettive strategie nazionali sulla sicurezza".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve